A cura di Lucrezia di Lernia, Naturopata – www.ilgustoelasalute.com

Rimedi naturali e naturopatia per i più piccoli: prima di partire con i suggerimenti è necessario fare una premessa. La naturopatia è una disciplina che si avvale di numerosi rimedi naturali atti al ripristino del benessere e della salute di ogni individuo. I rimedi che la figura del naturopata consiglia sono complementari ai consigli suggeriti dal pediatra, piuttosto che dal medico di fiducia. È sottinteso quindi che i consigli che verranno forniti non devono essere sostituiti ai consigli medici, bensì devono essere intesi come supporto nel percorso di guarigione dei nostri piccoli.

COSA SONO LE COLICHE
Vedremo insieme come gestire le coliche dei piccoli e come, eventualmente, prevenirle. Prima di passare ai consigli pratici però cerchiamo di capire cosa sono le coliche e quali sono i sintomi che le caratterizzano.
Le coliche nel neonato si verificano quando la muscolatura involontaria della parete intestinale produce delle contrazioni, così eccessive da risultare dolorose. Queste ultime sono il risultato del ristagno dell’aria nell’intestino che si accumula man a mano ad ogni pasto, è proprio per questa ragione che le coliche si verificano con maggior frequenza verso sera.
Le sintomatologie legate a questo disturbo sono facilmente riconoscibili, infatti generalmente i più piccoli cominciano a piangere in maniera acuta e improvvisa, per poi iniziare a irrigidirsi, stringere i pugnetti, alzare le gambe verso l’addome fino a raggomitolarsi su sé stessi, generalmente anche il viso è rosso. Solo l’emissione di feci e/o gas allevia il dolore, anche se solo momentaneamente.

I RIMEDI NATURALI
Vediamo adesso a quali rimedi naturali affidarci per aiutare i nostri piccoli nella gestione delle coliche. I nostri bambini hanno bisogno di sperimentare il ritmo fin da appena nati, in quanto l’acquisizione di quest’ultimo durerà per tutta l’infanzia.
Vi siete mai chieste perché i piccoli spesso si tranquillizzano quando vengono cullati o dondolati?
Per rispondere a questa domanda basta pensare a cosa sono questi movimenti lenti e cadenzati: ritmo. Per questa ragione, in presenza di qualsiasi tipo di disturbo, è bene far sperimentare al piccolo questa sensazione, come?
Una buona abitudine, per favorire l’emissione di gas, è quella di coccolarlo e cullarlo con movimenti ripetitivi (ritmo), tenendolo in braccio col pancino all’ingiù.
Un’altra importante pratica, che dovrebbe diventare un’abitudine, e che richiama profondamente “il ritmo” è il massaggio. In questa occasione oltre al beneficio del massaggio stesso, i piccoli potranno sentire sul corpo il legame profondo con la mamma (o il papà).
Come fare? Spogliate il piccolo, mettete un po’ di olio di mandorle dolci nelle vostre mani e massaggiatelo in modo ritmico e lento su tutto il corpo. Se la stagione è fredda vi consiglio di decidere quale parte del corpo massaggiare per prima così da tenere al caldo quella che tratterete dopo. Durante la pratica potete cantargli una ninna nanna o diffondere della musica rilassante così da agevolare il rilassamento.

RIMEDIO FLOREALE
Un’ottima abitudine è quella di aggiungere qualche goccia di IMPATIENTS un rimedio floreale di Bach all’olio usato per il massaggio. Lo stesso potrà essere impiegato sia per il massaggio quotidiano, sia come rimedio da utilizzare non appena il piccolo inizia a mostrare le prime avvisaglie di coliche.

Generalmente quando c’è la necessità di dover lavorare su qualche disturbo dei bimbi, soprattutto quando questi sono molto piccoli, è bene lavorare anche sulla mamma.
Il legame tra la mamma e il piccolo continua per diverso tempo anche fuori dal grembo materno. È come se una sorta di cordone ombelicale invisibile connettesse profondamente i due. Capita spesso che i problemi di cui soffre il piccolo possano migliorare moltissimo lavorando sulla mamma. Per questa ragione è bene che anche la mamma assuma alcuni dei rimedi consigliati al piccolo.