Uno degli aspetti (estetici) migliori della gravidanza è senza dubbio il fatto che i seni si ingrossano sensibilmente. Durante i mesi della gravidanza, infatti, avrai bisogno di circa tre taglie in più di reggiseno, perché i dotti mammari si preparano per allattare il tuo bambino. Finito l’allattamento il seno è destinato a riprendere le dimensioni di un tempo (o diventa addirittura più piccolo). Quel che è peggio è che quando la misura si riduce i seni avranno un aspetto piuttosto flaccido. Però noi abbiamo scoperto diversi modi per far tornare in forma il tuo seno, in modo naturale e senza ricorrere al chirurgo estetico!

Prima di tutto… rinforzalo
Una postura sbagliata può farti apparire curva e con un seno cadente. Purtroppo la gravidanza può condizionare in modo negativo la tua postura, per via dell’aumento del peso che sbilancia il baricentro. È molto importante tonificare e rafforzare tutta la parte superiore del corpo, per una buona postura e per un migliore tono muscolare, perché così facendo i tuoi seni avranno in ogni caso un aspetto migliore, a prescindere dalla loro misura. Immagina di avere un palloncino attaccato sulla sommità della tua testa, che ti tira verso l’alto e allo stesso tempo di avere anche un peso all’altezza dell’osso sacro, che ti spinge verso il basso. Lo scopo è sentire la spina dorsale che si allunga alle due estremità, sospingendo di conseguenza il seno in fuori. In questo modo inizierai a camminare in una posizione più eretta.

Poi… rassodalo
È davvero possibile avere un seno tonico e sodo con una semplice crema? Le creme per il seno servono essenzialmente a ridare elasticità alla pelle. Molte di esse contengono ingredienti che favoriscono la produzione di collagene e di elastina. Anche il massaggio con il quale viene applicata la crema può aiutare, perché stimola la circolazione, che dà più tono alla pelle. Se non vuoi acquistare prodotti troppo costosi, in alternativa puoi utilizzare la crema idratante che usi di solito per esercitare un massaggio sui seni, dal basso verso l’alto. Evita le creme rassodanti durante la gravidanza e l’allattamento, perché le sostanze chimiche in esse contenute possono essere assorbite nel sangue.

Ora sostieni
Se allatti al seno avrai bisogno di un reggiseno che ti sostenga bene, senza stringerti e farti sentire a disagio, è bene per questo motivo evitare i ferretti, che possono premere contro i dotti mammari, ostacolando la produzione del latte e provocando addirittura la mastite. Il reggiseno ideale deve avere una fascia interna che sostenga e tanti gancetti, che si adattino ai cambiamenti del seno. Quando avrai smesso di allattare, il seno potrebbe ridursi di circa mezza taglia rispetto a com’era prima della gravidanza. Se invece non ricorri all’allattamento materno, i seni impiegheranno all’incirca sei settimane a tornare alla misura di partenza, quindi in questo periodo avrai bisogno di utilizzare un buon reggiseno. Un reggiseno sbagliato in questo caso può provocare mal di schiena e smagliature.