Osteopatia Craniale

Quando un neonato piange disperatamente molte volte la madre non capisce il motivo! Alcuni piccoli di pochi giorni o pochissime settimane potrebbe avvertire una sensazione dolorosa di pressione nel cranio, che spesso viene peggiorata quando è disteso.

In effetti il neonato potrebbe provare un disagio dovuto allo stress del parto; la pressione che la discesa nel canale di parto ha esercitato sulla sua testa può causare diversi disagi.

L’osteopatia craniale permette di riallineare le ossa della testa del bimbo, conferendo benessere al piccolo.

Si tratta di una tecnica non invasiva. Oltre al pianto prolungato e inconsolabile, l’osteopatia craniale aiuta in caso di problemi alimentari, problemi posturali, coliche, disturbi digestivi, problemi respiratorio, iperattività, disagi causati dalla dentizione, otiti, riniti, ecc.

L’osteopata esegue una leggera pressione sul corpo del bimbo, allo scopo di farlo liberare dalla tensione. Le piccole e delicate pressioni adattate al neonato, in punti specifici della testa e della colonna vertebrale, o in altri punti, inducono un recupero fisiologico.

Sono delle manipolazioni leggerissime, ma molto gradite dai piccoli. Nonostante si chiami craniale il trattamento coinvolge anche il resto del corpo, specialmente l’osso sacro, per questo sarebbe più corretto chiamarla osteopatia cranio sacrale.