Inquinamento in casa: 5 consigli per una cameretta “sana”

/, News, curiosità, Slider/Inquinamento in casa: 5 consigli per una cameretta “sana”

Inquinamento in casa: 5 consigli per una cameretta “sana”

Le camerette dei bambini sono stanze piene di magia: agli occhi dei più piccoli sono luoghi capaci di trasformarsi in mari in tempesta, boschi incantati e castelli fatati, un’infinità di nuovi mondi in cui prendono vita avventure meravigliose.

Per preservare e stimolare la genuina creatività dei più piccoli è importante costruire per loro un ambiente che, dal punto di vista emotivo, regali armonia e positività.

E a questo ci pensano soprattutto i colori, come dimostra la ricerca “Gli stili emotivi dell’abitare” condotta su scala nazionale da Sigma Coatings, brand di PPG Univer che rappresenta una delle realtà italiane più all’avanguardia nell’ambito delle pitture per edilizia con una distintiva specializzazione nel mondo del colore.

Dalla ricerca emerge che sul podio dei colori più utilizzati nelle camerette dei bambini troviamo l’azzurro (15,6%) e il verde (10,4%), tonalità che richiamano rispettivamente serenità (30%), allegria (20%), gioia (17%) e vivacità (17%), binomi emotivi che invogliano i più piccoli ad esprimere se stessi e a dare libero sfogo alla fantasia.

Oltre alla scelta dei colori, per il benessere dei bambini è necessario assicurarsi che l’ambiente sia salubre. I piccoli di casa, infatti, non solo vi dormono la notte, ma spesso si rintanano nelle loro camerette per trascorrerci interi pomeriggi di gioco.

È bene quindi non sottovalutare l’inquinamento indoor, provocato da colle, vernici, rivestimenti e componenti d’arredo che rilasciano gas invisibili,
particelle e sostanze nocive, senza che ce ne rendiamo conto.

5 accorgimenti per tutelare la salute dei più piccoli nelle loro camerette:

1. Utilizzare pitture e materiali per rifiniture che siano privi di formaldeide, un gas nocivo che sidisperde nell’ambiente contaminandolo. Per esempio Sigma Fresh Air, la pittura murale opaca a base di materie prime rinnovabili che, oltre ad essere completamente priva di formaldeide, è in grado di ridurne la presenza negli ambienti interni fino al 70%.

2. Far prendere aria alla stanza aprendo le finestre (almeno 2-3 volte al giorno) previene l’accumulo di aria stantia e viziata nella camera.

3. Utilizzare detergenti ecologici per la pulizia della cameretta.

4. Mantenere un ambiente fresco e pulito, lavando con regolarità i componenti tessili della cameretta (tappeti, tende, lenzuola), regolando la temperatura tra i 18° e i 22° e installando sistemi di areazione meccanica per impedire l’accumulo di umidità nella stanza.

5. Evitare l’utilizzo di deodoranti per ambienti o incensi, prodotti che vengono spesso arricchiti con additivi chimici. Fiori di lavanda, cannella, agrumi e chiodi di garofano sono le alternative naturali ideali per profumare le stanze dei più piccoli.

pubblicato da |2019-04-08T10:51:29+00:0008-Apr-2019|0 Commenti

Scrivi un commento